Report settimanale Ethereum – Bitcoin 29/09/2022

Settimana in leggera ripresa per le quotazioni delle criptovalute, dopo le precedenti settimane di ribasso: gli aumenti sono per il Bitcoin del 2,5% a 19.314 dollari e per Ethereum del 3,5% a 1.318 dollari.

La settimana è stata caratterizzata dagli interventi di alcune banche centrali come la BOJ (Bank of Japan) a difesa dello Yen è intervenuto Kuroda, un intervento che non si verificava dal 1998, dopo che lo Yen aveva toccato dei livelli critici.

Poi è toccato alla Banca d’Inghilterra, che è intervenuta anch’essa facendo impennare anche parallelamente i volumi del Bitcoin nel Regno Unito.

Chiaramente, questi interventi hanno creato degli scossoni ai mercati finanziari e c’è da chiedersi se il rimbalzo delle criptovalute possa continuare.

A livello tecnico, per quanto riguarda il Bitcoin non è cambiato assolutamente nulla con il supporto in area 18.500 dollari (linea verde sul grafico) e la resistenza del supertrend che ha tenuto nella giornata di martedì 27 settembre in area 20.200 dollari.

Anche per Ethereum stesso discorso anche se la resistenza segnata dal supertrend in area 1.439 dollari non è stata mai toccata, si aggiunge un nuovo supporto – toccato il 21 di settembre – in area 1.210 dollari, prima del test definitivo del minimo in area 990 dollari.

In conclusione, tra la guerra in Ucraina – dove ancora non si vede una tregua – i dati sull’inflazione ancora alti e le relative contromosse delle Banche centrali, non sembrerebbero far vedere uno spiraglio per una salita, ma c’è da attendere le elezioni di Midterm negli Usa a novembre che potrebbero portare una distensione sui mercati, soprattutto a livello geopolitiche.